materialismo&dialettica
Note di economia e politica >
2015

(per le cronache politiche italiane, vedi Il punto di vista”)

 

[transizione  60 → segue]  (gennaio) – attacco mussulmano a Parigi.

& – Scrivevo nel 2009 (transizione 47) sulla crisi economica. Cosa è rimasto di quella analisi? L'unica previsione errata, l'inflazione. Gli SU hanno pompato nel sistema quanta più valuta potessero. La Svizzera stampa, ha stampato miliardi di franchi fino a ieri quando ha denunciato il cambio con l'euro (17 gen 2015). Tuttavia ciò che minaccia il mondo occidentale è la deflazione.

 

[transizione  61]. Uno. L’emotivo e il biologico egemonizzano il comportamento e il  modo di pensare. Ignorando la logica. L’emotività e la struttura biologica vengono giudicate essenziali anche a livello della terapia psicologica più recente che sconfessa Freud e la sua teoria della comprensione del fenomeno in oggetto quale soluzione della patologia considerata.

Due. Prevalere delle immagini e del pensiero simbolico sulla parola e sul pensiero logico.

Tre. I fenomeni uno e due favoriscono la produzione del pensiero utopico onirico immaginifico. Teso a realizzare i desideri ignorando le condizioni per conseguirli. Sognando un mondo immaginario e gridando al complotto per la sua assenza o mancata realizzazione.

 

[transizione  62]. Le quattro crisi. Crisi ucraina. Crisi medio orientale (califfato). Crisi economica. Crisi greca.

Processo lento. Lo scontro con i musulmani pone l'Occidente di fronte alla realtà della necessità.

Legge principale del processo, la sua ineluttabilità. Identifichiamo questa ineluttabilità, questa inevitabilità come necessità. Il processo ha un fine (fine del fine è il fine).Quando questo fine viene raggiunto il processo casuale fino a quel momento, perde la sua casualità. È quello che è ormai diventato. E è diventato quello che è diventato per necessità. A quel punto, raggiunto quel punto non poteva, non può essere altrimenti.

La necessità è ciò che non può essere altro, che non può essere altrimenti.

Ciò non toglie che la necessità sia il risultato della casualità del processo. Quindi. La necessità obbedisce alla casualità. La casualità è il suo carburante.

L'uomo. Con l'uomo la materia cerca di sostituire la casualità della necessità con l'organizzazione cosciente della necessità del processo. Tenta di governare il processo invece di esserne governato.

Siamo appena all'inizio di questa fase del processo della realtà. Realtà, forma presa dall'organizzazione della materia. La transizione dalla organizzazione casuale della materia all'organizzazione ragionata, intenzionale, voluta della materia, nasce con la nascita dell'uomo.

È il motivo (*) della storia dell'umanità. Il suo filo conduttore.

Il massimo di coscienza possibile storicamente raggiunto non ha ancora raggiunto il livello di consapevolezza indispensabile per individuare e fondare le ragioni del motivo che sottende la storia umana.

Questa assenza crea un vuoto. Vuoto riempito dalle religioni, dalle fedi, dalle credenze, dalle superstizioni, dagli assoluti, dai relativi. Da tutto ciò che tenta di supplire quel vuoto.

Detto questo va aggiunto. La transizione attuale è arrivata a una svolta di cui è impossibile distinguere la direzione. Si può solo organizzare la cronaca della svolta. La si può solo descrivere nel suo farsi.

Lo scontro con l'Islam – al momento sottovalutato –  è parte di questa cronaca. L'Islam è il reale limite che si oppone all'Occidente. La soluzione dello scontro, una necessità. Se la modernità continuerà la sua corsa verso lo sviluppo generale dovrà affrontare il pensiero islamico e ridurlo alla dimensione occidentale – al momento la più sviluppata. Come è avvenuto con il buddismo, l'induismo, lo shintoismo.

Il problema centrale di riferimento che misura la distanza fra le due culture, fra le due civiltà, è la questione femminile. Se l'Islam non risolve il suo modo di considerare la donna nessun intesa potrà essere raggiunta.

(*) Motivo è l'invariante o la costante all'interno delle variazioni (neg-neg) che caratterizzano il processo di produzione della realtà.

 

 

parole chiave di ricerca

[transizione [Ucraina '14-'15 [Islam [crisi economica [crisi eurozona [casualità e necessità [necessità (concetto di) [realtà [processo umano [modernità [4PP (produzione del processo e processo della produzione)

 

“Note di economia e politica > 2015” [#15]

Torna su

Trova
codici
Menu