materialismo&dialettica
Punto di vista >
Altre ragioni dell'arretramento

20/09/2017

– Da un articolo di G. Polillo sul Post. Rispetto al 2000 il pil dell'area euro (al netto dell'Italia) è salito del 24,4%, quello dell'Italia dello 0,8%. Con una differenza – nota Polillo - del 23,6 per cento. Aggiunge. La carenza di investimenti pubblici e privati, più la giungla del fisco sono gli elementi tossici che determinano quella riduzione di "potenza" che impedisce al motore dell'economia italiana di girare ad un ritmo accettabile.

Il fatto che l’economia italiana sia strutturalmente arretrata, le cause economiche, storiche, culturali, sociali di questa condizione sembra non riescano a interessare nessuno dei nostri economisti, esperti, politici, intellettuali.

Torna su

Trova
codici
Menu