materialismo&dialettica
Punto di vista >
Senza carattere

05/10/2017

 

– Italiani senza carattere. Appassionati amanti della cultura del compromesso. L’ateo Staino (disegnatore di vignette, para giornalista) lavora per Avvenire, il giornale dei vescovi. Le ragioni/giustificazioni addotte. L’anticlericalismo è valido solo “se i preti sfruttano". E il Post pubblica la notizia con il commento seguente. "Incredibile collaborare con Avvenire? Ma il dialogo fa parte della laicità". Sarebbe interessante capire cosa mai sia lecito e non per gli italiani. Ancorché se intellettuali. Probabilmente l’unica indicazione non scritta è che fra lecito e illecito non esiste differenza. L’unico criterio accettato è il tornaconto. Lecito è tutto ciò che conviene. Illecito tutto ciò che danneggia.

Torna su

Trova
codici
Menu