materialismo&dialettica
Punto di vista >
Di Maio rassicura Macron

21/11/2017

- Di Maio scrive a Macron, non siamo una minaccia. Di Maio quindi pensa che Macron, che l’apparato politico francese nel suo insieme, inclusi i servizi segreti del governo, non siano in grado di giudicare autonomamente se i m5s rappresentino un pericolo oppure no. E la politica internazionale sia ridotta ad una sorta di dialogo fra individui più o meno capaci che trattano le sorti delle rispettive nazioni con i medesimi criteri con i quali una massaia fa la spesa al mercato. Questo è il livello culturale di Di Maio. Questo è quanto ci propongono i m5s. Un movimento con buone probabilità di diventare maggioranza a Montecitorio.

Ciò che colpisce e lascia perplessi è che situazioni come quella appena riportata non suscitino alcuna discussione. Né all’interno della classe dirigente, né sulla stampa, né fra gli addetti ai lavori. E vengano giudicate tanto accettabili quanto normali. E che stabilire se il sole gira interno alla terra o la terra interno al sole non riguarda l’analisi oggettiva della situazione planetaria ma dipenda dall’opinione di una maggioranza quale essa sia. Fondata o no che sia.

Torna su

Trova
codici
Menu